Progetto SECLI: siccità e cambiamenti climatici    powered by T4E S.r.l

    Il Progetto SECLI è indirizzato a valutare gli effetti combinati, nel territorio umbro, dei processi naturali ed antropici legati ai cambiamenti climatici sulla risorsa acqua, superficiale e sotterranea, individuando le possibili ricadute di tali effetti sulle risorse idriche strategiche per uso idropotabile, e come queste possano condizionare l’utilizzo del sistema delle captazioni e delle adduzioni attualmente realizzate.
    L’analisi sarà di supporto all’individuazione di eventuali soluzioni per adeguare il sistema ai possibili scenari di impatto climatico, garantendo così l’uso razionale della risorsa acqua. Considerando che in Umbria tale risorsa, nonostante sia costantemente monitorata e gestita seguendo procedure regolamentate, presenta comunque una vulnerabilità elevata nei casi di variazione dei bilanci idrologici, come quelli provocati dalla variabilità climatica degli ultimi 50 anni, è fondamentale quindi indirizzare il progetto affinché la gestione della risorsa tenga conto degli scenari plausibili dovuti ai cambiamenti climatici. La comprensione degli impatti di questi ultimi sulla variazione di bilancio idrologico, consentirà agli stakeholder di pianificare l’utilizzo della stessa risorsa sia in termini di utilizzo potabile che di attingimenti dal sottosuolo.
    L’obiettivo principale del Progetto è quello di proporre una metodologia per individuare le criticità del territorio umbro legate agli effetti dei cambiamenti climatici sulla risorsa idrica negli ultimi 50 anni (aumenti temperatura, modificazione regimi pluviometrici, ….) e quelli prevedibilmente futuri. Questo consentirà di individuare strategie per il miglioramento delle attività di monitoraggio, di prevenzione, di mitigazione in una prospettiva di utilizzo ottimale della risorsa. 
    La metodologia si sviluppa in quattro fasi comunque integrate fra loro, e che indirizzano principalmente:
  • la conoscenza climatica del territorio regionale;
  • la variabilità delle condizioni idro-meterologiche occorse e prevedibili;
  • gli scenari idrologici plausibili in termini di precipitazione e deflussi;
  • gli effetti di tali scenari sul bilancio idrologico e quindi sull’utilizzo della risorsa idrica superficiale e sotterranea, in termini qualitativi e quantitativi.
 Il progetto prevede che le diverse Unità Operative (UO) dovranno operare in sinergia ed aventi come principale comune denominatore l’utilizzo di una banca dati idro-meteorologica da cui modelli e sistemi informativi territoriali (SIT) potranno attingere informazioni per realizzare scenari di gestione della risorsa idrica. Su tale base il progetto sarà articolato in Work Packages (WPs), per ciascuno dei quali più UO possono partecipare e operare in maniera integrata. Le UO, per il raggiungimento degli obiettivi di SECLI, sono così individuate:



IRSA-CNR
Istituto di Ricerca sulle Acque
Responsabile Dr. Elisabetta Preziosi
IRPI-CNR
Istituto di Ricerca per la
Protezione Idrogeologica

Responsabile Dr.Tommaso Moramarco
DICA
Dipartimento di Ingegneria
Civile e Ambientale
Università di Perugia

Responsabile Prof. Stefano Casadei
DiST-UNIPG
Dipartimento Scienze della Terra
Università di Perugia

Responsabile Prof. Walter Dragoni
Collegato come visitatore
Accedi
Language